IC10 A.S 2016-2017

Back to homepage

ANNO SCOLASTICO 2016-2017

 

 

PROGETTO ICARE CLASSE 2^C

Progetto IC 10 I CARE 2C

PROGETTO ICARE CLASSE 1^C

Progetto IC 10 I CARE 1C

Nel corso dell’anno scolastico 2016-2017 la classe IC dell’IC 10 Borgo Roma Est, composta da ventidue alunni, di cui una buona parte sono di origine straniera, ha realizzato  spettacolo teatrale dal titolo “La Gabbianella e il Gatto”, che è stato rappresentato venerdì 28 aprile 2017 presso il “Teatro Blu” di Borgo Roma. Questo spettacollo ha costituito il risultato finale di un percorso al quale gli alunni hanno lavorato per tutto l’anno con partecipazione ed entusiasmo, guidati dagli insegnanti e dalle atelieriste Argentina Bossi, animatrice teatrale e Federica Formenti, scenografa. Riguardo agli aspetti organizzativi del progetto, nel medesimo arco temporale, compreso tra ottobre e aprile, sono stati organizzati due laboratori, uno di animazione teatrale, che ha avuto luogo nell’aula di Tecnologia, è uno di scenografia, che si è svolto nella palestra piccola della scuola.  Partendo dal principio che la scuola ha un ruolo formativo, culturale e orientativo è che è necessario ripensare l’insegnamento attraverso un rinnovamento delle metodologie, abbiamo progettato una UDA basata sulla didattica per competenze, la quale metta in risalto il “fare” . I nostri principali obiettivi sono stati quelli di rafforzare la motivazione all’apprendimento, prevenire la dispersione scolastica, accrescere l’inclusione. Tra i bisogni formativi ai quali dare ampio spazio, abbiamo individuato i seguenti: far riflettere gli alunni sul rispetto dell’ambiente e sull’importanza della solidarietà, ; far comprendere loro che è necessario rispettare ogni forma di essere vivente; accrescere la consapevolezza della propria identità e la consapevolezza di appartenere ad un gruppo; riconoscere le diversità esistenti tra le varie specie di esseri viventi, rispettarle e valorizzarle. Dopo aver analizzato la situazione della classe, abbiamo individuato i bisogni formativi più importanti degli alunni. Il nostro principale proposito è stato quello di progettare un compito di realtà partendo dalla seguente situazione problema: in che modo posso capire l’importanza del rispetto dell’ambiente e della solidarietà? In che modo posso comprendere che , nel mio processo di crescita e maturazione è fondamentale porre attenzione agli aspetti che riguardano la consapevolezza della mia identità, dell’appartenenza ad un gruppo. In che modo posso riconoscere le diversità tra le varie specie di esseri viventi e, soprattutto, imparare a rispettarle e a valorizzarle? Come posso conoscere l’altro è accettarlo?  Ecco quali sono i motivi per i quali la vicenda della gabbianella e del gatto, così sapientemente narrata da Luis Sepulveds, ci ha dato gli spunti più appropriati per realizzare uno spettacolo, reinterpretato in versione Teatral Jazz. I ragazzi, impersonando i protagonisti della storia e immedesimandosi nelle loro vicissitudini ed emozioni, hanno vissuto da vicino la disperazione di Kengah,la mamma gabbiano, la quale, dopo che le sue ali sono state irrimediabilmente imbrattate dal petrolio, non potrà più volare e morirà a causa dell’inquinamento e, in senso più lato, dell’egoismo degli esseri umani. Ma anche nella disperazione più nera ci può essere spazio per la speranza in una nuova vita, simboleggiata dall’uovo della gabbianella.  Il gatto Zorba, al quale è stata affidata la delicata missione di allevare la gabbianella e farla volare, in un primo momento non è affatto consapevole delle sue capacità e del suo valore, ma grazie alla determinazione del cucciolo di gabbiano, capirà quanto sia importante prendersi cura degli altri, anche se hanno delle caratteristiche diverse dalle proprie. La gabbianella rappresenta la fiducia nelle proprie capacità, la determinazione di imparare a volare, il futuro. Gli alunni, quindi, nel corso dell’anno hanno lavorato con partecipazione ed entusiasmo e, mentre erano impegnati a recitare i ruoli dei vari personaggi ( la mamma gabbiano Kengah, la gabbianella, il gatto Zorba, il “coro” dei topi, dei gatti, dei gabbiani) hanno compreso. che nessuno riesce a raggiungere i propri obiettivi senza l’aiuto degli altri. Come dice infatti Sepulveda, ” E’ molto facile accettare e amare chi è uguale a noi ma con qualcuno che è diverso è molto difficile e tu ci hai aiutato a farlo”. Vorremmo rivolgere un sentito ringraziamento alla Fondazione San Zeno per la preziosa opportunità che ci ha offerto, alle referenti del progetto, Susanna Zago è Monica Dal Moro, alle atelieriste Argentina Bossi e Federica Formenti, al Dirigente dell’IC10, Prof. Domenico Luigi Bongiovanni e agli insegnanti.

1c borgo roma estborgo roma est

borgo roma1c

——————————————————————————————————————————————————————————

ANNO SCOLASTICO 2015-2016

BB

leggi il PDF

MUSICAL LA BELLA E LA BESTIA_UDA_IC10_SECONDARIA

 “LA BELLA E LA BESTIA”

Schermata 2016-08-17 alle 09.09.37 copia

Schermata 2016-08-17 alle 09.10.02 copia

Schermata 2016-08-17 alle 09.10.39 copia

Schermata 2016-08-17 alle 09.10.21 copia